Isabella Noventa: inquietante svolta per la scomparsa dell’impiegata Padovana

Condividi!

Se fosse ancora vivo, Alfred Hitchcock ne sarebbe compiaciuto. Peccato solo che non sia un film, ma vita reale, quanto accaduto a Padova la sera del 15 gennaio 2016.

isabella noventa telecamereLa scena è questa: una figura femminile, intorno a mezzanotte, attraversa la centralissima piazza dei Signori. Indossa un piumino bianco col cappuccio tirato su a coprirle il volto, una borsa nera e scarpe nere. È sola, le altre persone presenti nella piazza non sembrano notarla. Solo l’occhio indiscreto delle telecamere di sorveglianza ne registra la presenza. Nulla degno di nota, se non fosse che in quelle ore Isabella Noventa, un’impiegata 55enne, scompare proprio da Padova. L’ultima persona ad averla vista, Freddy Sorgato, dice di averla accompagnata in piazza Insurrezione, a poche decine di metri da piazza dei Signori, e di averla lasciata lì perché la donna avrebbe avuto un appuntamento, forse con un’amica. Isabella quella sera indossava un piumino bianco, proprio uguale a quello della donna “misteriosa” ripresa dalle telecamere. Sarebbe facile fare “1+1”, ma qualcosa non torna: Paolo, il fratello di Isabella, la mamma e l’amica del cuore della scomparsa non riconoscono in quella sagoma la loro cara. C’è qualcosa che stride, che non li convince: quel modo di camminare, quel modo di tenere la borsa… e poi Isabella non si sarebbe mai tirata su il cappuccio. No, non è lei. Ma allora chi è quella donna in piazza dei Signori? E, soprattutto, che fine ha fatto Isabella?

Gli inquirenti decidono di diffondere alla stampa quei fotogrammi, nella speranza che qualcuno si riconosca o riconosca la sagoma col piumino bianco. Non è facile però, l’immagine è molto sgranata e non si vede mai il volto della persona. Nel frattempo si cerca disperatamente Isabella e si inizia a indagare sulla sua vita. Una possibile pista porta a dei guai con la giustizia che coinvolgono il fratello Paolo, che per anni ha svolto abusivamente l’attività di dentista, guadagnandosi anche un bel servizio del programma tv “Le iene”. Anche Isabella è stata coinvolta, seppur in modo marginale. La vicenda, tuttavia, risale a parecchio tempo fa e oramai gli strascichi, soprattutto per Isabella, sono davvero di poco conto. E poi cosa c’entrerebbe la sparizione improvvisa un venerdì sera, dopo aver mangiato la pizza?

No, non funziona. Che Isabella sia sparita volontariamente, senza dire niente neanche all’anziana madre a cui è tanto legata, è un’ipotesi che non regge.

E allora, come purtroppo quasi sempre capita in questi casi, si ipotizza che dietro questa scomparsa ci sia un omicidio, e ovviamente l’attenzione si concentra su Freddy Sorgato, l’ultima persona ad aver visto Isabella viva.

freddy sorgato46 anni, fisico asciutto, appassionato di danza e ciclismo, Freddy Sorgato aveva conosciuto Isabella Noventa nel 2012. I due erano stati legati sentimentalmente per un paio d’anni. Poi il rapporto si era guastato: alla forte gelosia reciproca si era aggiunta la presenza di una donna che, con lettere, telefonate e messaggi anonimi, intimava a Isabella di lasciar stare Freddy. Isabella aveva anche sporto denuncia contro ignoti, ma nel frattempo il rapporto con Freddy aveva iniziato a vacillare. Tuttavia, dopo quasi un anno di lontananza, dall’estate del 2015 i due ricominciano a frequentarsi. Non è chiarissima l’entità del loro rapporto: “è rimasto un bel rapporto di amicizia – dichiara Freddy alle telecamere di “Chi l’ha visto?” – in cui due persone si conoscono, si frequentano, mangiano una pizza insieme, fanno una chiacchierata, passano una bella serata insieme e poi si salutano”. Insomma… ‘Trombamici’, direbbero volgarmente i giovani d’oggi. Freddy e Isabella trascorrono insieme molto tempo durante le ultime festività natalizie, come testimoniano diverse foto e i ricordi di Paolo Noventa. E arriviamo alla sera del 15 gennaio. I due escono a mangiare una pizza, poi vanno a trascorrere la serata a casa di Freddy, a Noventa Padovana (PD). Prima di mezzanotte, secondo il racconto del Sorgato, Isabella chiede di essere accompagnata in piazza Insurrezione a Padova, e lui acconsente senza fare troppe domande. Un po’ strano, per la verità, vista la sua nota gelosia, ma tant’è: c’è il gps installato nella sua auto a confermarlo, e le immagini, seppur poco convincenti, di quella donna vestita come Isabella. A quel punto Freddy rientra a casa, in preda a un forte mal di pancia, e poco più tardi si fa convincere da un’amica a uscire per andare a ballare. Nei giorni successivi gli inquirenti perquisiscono la casa e l’auto di Freddy, ma non trovano nulla di utile ai fini dell’indagine sulla scomparsa di Isabella.

Ma proprio quando le ricerche sembrano arrivate a un punto morto, arriva la sconvolgente svolta. Gli inquirenti, che a quanto pare hanno svolto in maniera egregia il proprio lavoro, tirano fuori il cosiddetto “asso nella manica”. Vi ricordate quelle immagini sgranate della donna che cammina in piazza dei Signori? Ebbene, non sono le uniche immagini disponibili. Ce ne sono delle altre, decisamente più nitide, sulle quali gli inquirenti, in gran segreto, stanno lavorando da giorni. E lì, in quei fotogrammi, il volto di quella donna si vede molto più chiaramente. Non è Isabella, ma non è nemmeno una persona completamente estranea alla vicenda. Colpo di scena: si tratta di Manuela Cacco, una tabaccaia di 60 anni, la nuova fiamma di Freddy Sorgato. Cosa ci faceva proprio lì, proprio quella sera e proprio a quell’ora? Sicuramente nulla di buono, visto che non si è fatta avanti di sua spontanea volontà, pur non potendo essere all’oscuro di quanto accaduto e degli appelli a quella misteriosa figura col piumino bianco. Non resta quindi che convocarla in questura. E così martedì 16 febbraio, un mese dopo la scomparsa di Isabella Noventa, Manuela Cacco ammette l’evidenza: è lei la donna immortalata dalle telecamere di sorveglianza ed è lei che, per assecondare le richieste del suo amante, ha indossato proprio il piumino bianco di Isabella e in solitudine ha attraversato quella piazza. Nulla di più, non aggiunge altro. Un’ora prima Isabella Noventa era viva a casa di Freddy, un’ora dopo il suo piumino indossato da un’altra (per giunta la sua rivale in amore) veniva ripreso nel centro di Padova. Basta questo, ovviamente, per far scattare le manette ai polsi della Cacco, di Freddy Sorgato e di sua sorella (il cui ruolo ancora non è chiaro) Debora Sorgato. Ma non è tutto: c’è anche una frase intercettata durante un colloquio tra  due dei tre indagati: “Questa volta l’abbiamo fatta grossa”. Per tutti l’accusa a questo punto è di omicidio premeditato in concorso. Nessuno per ora ha confessato, ma di certo sono molte le cose che Freddy dovrà spiegare per riuscire a tenere in piedi il suo traballante racconto.

Nel frattempo il corpo di Isabella Noventa si cerca sul letto del fiume Brenta.

di Valentina Magrin


Condividi!