LASTELLO: ovvero come organizzare un funerale con un click!

Condividi!

“Non credevo sarebbe finita così!”…“Finita? No, il viaggio non finisce qui. La morte è soltanto un’altra via. Dovremo prenderla tutti”, rispose Gandalf a Pipino nel film “Il Signore degli Anelli” E tutti ci auguriamo di prenderla il più tardi possibile! Se è vero che la morte è da considerare una delle uniche e poche certezze che abbiamo, oggi, grazie a LASTELLO, esiste però la possibilità di scegliere la modalità e l’iter per gestire, in maniera più facile, l’ultimo saluto di chi, purtroppo, ci sta lasciando. L’idea bizzarra, ma indubbiamente pratica, è nata dalle stravaganti menti di tre ragazzi romani (Gianluca Tursi, Riccardo Pirrone e Francesco Gnarra), appassionati d’informatica e digitale, che hanno dato vita a questa curiosa startup con lo scopo di semplificare le cavillose pratiche che spessissimo si presentano quando bisogna organizzare un funerale. Noi di Cronaca-nera.it abbiamo deciso di capirne di più, e ne abbiamo parlato con Gianluca Tursi:

Come, quando e perché è nata l’idea di LASTELLO.it? In quanti siete a gestire questa startup? Molti credono che le start up nascano quasi per caso, una specie di colpo di genio che arriva all’improvviso. La realtà è ben diversa ovviamente, dietro ad ogni start up ci sono mesi e mesi, se non addirittura anni, di duro lavoro. Ed è proprio un background di questa tipologia che si può trovare dietro alla nostra start up, LastelloSiamo una web agency composta da persone che hanno una passione sconfinata per la tecnologia, l’informatica, il digitale e tutto ciò che può essere considerato innovazione. Ed è proprio pensando all’innovazione che nasce l’idea di Lastello. Avremmo potuto creare un qualsiasi altro comparatore di prezzi, avremmo potuto dare vita a blog e piattaforme come ce ne sono a migliaia, e forse avremmo trovato anche il modo giusto di porci sul mercato e di avere successo, ma il punto è che volevamo creare qualcosa di nuovo, di mai visto, che potesse rispondere alle esigenze degli utenti.Proprio questo è, infatti, a nostro avviso il problema che oggi deve essere risolto: il web è ormai stracolmo di strumenti, molti dei quali sono sin troppo simili tra loro e non fanno altro che creare confusione anziché aiutare gli utenti a trovare ciò di cui hanno realmente bisogno. Volevamo uno strumento nuovo, che non fosse in competizione con altri siti, e che potesse quindi evitare questo stato di confusione e aiutare in pochi istanti gli utenti a risolvere i loro problemi, in questo caso ad organizzare un funerale e ad elaborare nel miglior modo possibile il proprio personale lutto. Come vedi ho parlato al plurale, siamo in tre, infatti, a gestire la startup: Riccardo Pirrone, Gianluca Tursi e Francesco Gnarra. Si è aggiunta al nostro gruppo anche una redazione di web content, narratori e copywriter che si occupano del blog. Il blog Lastello è nato solo da qualche settimana, ma è uno strumento importante: per gli utenti alla ricerca di idee nuove e moderne per l’organizzazione del funerale, per gli addetti del settore che possono tenersi sempre aggiornati grazie a notizie fresche e per i semplici curiosi che vogliono trovare un nuovo punto di vista sulla morte, la morte infatti intesa come parte della vita stessa e come momento che merita tutto il rispetto possibile.

In cosa consiste LASTELLO.it e cosa offre? Lastello è un comparatore di prezzi dedicato alle agenzie funebri. Non credo che servano molte altre parole per descrivere questo strumento. I comparatori di prezzi oggi sono utilizzati quotidianamente da tutti gli utenti web. Ciò che cambia in questo caso è solo la tipologia di servizio preso in considerazione: anziché comparare polizze assicurative, mutui o tariffe del gas e della luce, si comparano i prezzi per l’organizzazione di un funerale. Gli utenti possono scegliere la tipologia di funerale che desiderano, i servizi di cui vogliono disporre, l’area geografica e avere in pochi semplici click numerosi preventivi. Scelta l’agenzia, le due controparti ricevono una mail di conferma con il preventivo accettato. A quel punto il contratto si conclude direttamente in agenzia.

Da quanto siete sul mercato? E fino ad ora siete soddisfatti dei risultati ottenuti? Chi lavora nel nostro settore crede sempre fortemente nelle proprie idee e nei propri progetti, ma capita, a volte, di doversi scontrare anche con una dura realtà, scoprendo che la propria creazione non ha incontrato il favore del grande pubblico web. A noi è capitato più volte, non ci vergogniamo certo ad affermarlo, di aver visto colare a picco alcuni progetti. Forse anche per questo motivo ci aspettavamo dei numeri meno interessanti. E invece quello che è successo nel giro di poche settimane è stato esattamente l’opposto. Molte agenzie ci hanno scelto e, giorno dopo giorno, innumerevoli utenti web hanno iniziato ad effettuare le loro richieste di preventivi. Giornali, radio, web magazine ci hanno richiesto interviste o realizzato articoli su questa nostra piccola realtà in divenire. C’è un interesse crescente e noi non potremmo che essere più soddisfatti dei risultati ottenuti. La speranza ovviamente è che questi risultati possano essere solo il trampolino di lancio e che Lastello possa diventare il primo punto di riferimento per tutti coloro che hanno bisogno di un servizio di onoranze funebri.

Operate solo in Italia o anche all’estero? E nel caso avete intenzione di espandervi anche fuori l’Italia? Per il momento operiamo solo in Italia, ma chissà che cosa ci riserva il futuro! Dopotutto siamo la prima realtà ad occuparci di un servizio di questa tipologia, quindi le basi per poterci espandere effettivamente ci sono. Meglio però fare un passo alla volta.

Avete dei competitors, o siete gli unici? Ci sono delle piccole realtà, o siti amatoriali, che tentano di fare qualcosa di simile, ma un comparatore di prezzi sulle onoranze funebri era proprio ciò che mancava sul web. Abbiamo visto un vuoto, una mancanza, e abbiamo cercato di colmarlo. Siamo convinti che fare innovazione oggi significhi proprio questo, riuscire a garantire agli utenti qualcosa di nuovo e di davvero utile, qualcosa di cui, anche se non ne erano ancora consapevoli, avevano davvero bisogno.

Quante sono le agenzie iscritte al vostro servizio? Attualmente sono più di 300, dislocate in varie zone d’Italia. Non riusciamo ancora a coprire ogni comune italiano, ma visti i risultati ottenuti fino ad oggi e la crescita che Lastello sta avendo, siamo più che convinti che nel giro di pochi mesi il numero delle agenzie iscritte aumenterà.

Quali sono i vantaggi per clienti ed agenzie funebri che decidono di usufruire del vostro servizio? Le persone hanno a loro disposizione un portale semplice, trasparente e un team a supporto. Possono confrontare tra loro molti preventivi diversi, riuscendo così a scovare l’agenzia che offre tutti i servizi di cui hanno bisogno ad un costo corretto. Parlare di soldi in un momento tanto delicato come un funerale può sembrare fuori luogo. È impossibile negare però che la crisi economica è ancora oggi molto pressante nel nostro paese. I clienti hanno anche un altro vantaggio: poter richiedere questi preventivi in una sola volta e direttamente dal computer di casa, dallo smartphone o dal tablet, significa non dover andare in giro per agenzie. Andare di agenzia in agenzia è (ammettiamolo) una perdita di tempo, senza considerare che spesso è necessario chiedere permessi sul posto di lavoro, implicando un ulteriore stress che va ad aggiungersi al già pesante momento che si sta vivendo. Scegliere l’agenzia online permette di velocizzare questi iter e di avere più tempo da dedicare alla propria personale elaborazione del lutto. C’è infine il vantaggio qualità. Lastello garantisce la presenza sul suo portale delle migliori agenzie, quelle che offrono un servizio d’eccellenza, a cinque stelle potremmo dire. Inoltre queste agenzie non solo riescono ad organizzare un funerale perfetto, ma sono anche composte da persone empatiche, sensibili, capaci di trattare nel miglior modo possibile con coloro che stanno vivendo il lutto. Per quanto riguarda le agenzie funebri, il primo vantaggio è ovviamente la visibilità, con la possibilità quindi di raggiungere un numero molto più elevato di clienti. Spesso il problema di queste attività è riuscire a farsi pubblicità. Grazie a Lastello.it, invece, le agenzie hanno una vera e propria vetrina dove parlare dei propri servizi. Lastello.it offrirà inoltre in futuro una gestionale per le agenzie funebri. Si tratta di uno strumento davvero molto importante che permetterà alle agenzie di snellire notevolmente il lavoro amministrativo e burocratico.

Il nome “Last Hello” (ultimo saluto): avete pensato anche ad altri nomi oppure vi è subito venuto in mente questo? Scegliere un nome per un portale che tratta un tema tanto delicato non è stato semplice: era necessario scovare qualcosa di breve, facilmente riconoscibile e che potesse essere  ricordato con facilità, qualcosa che potesse anche risultare simpatico, capace di alleggerire un po’ la pressione. La scelta finale è ricaduta su Last Hello, semplificato in Lastello.

Come funzionano i vostri guadagni? In realtà l’iscrizione da parte delle agenzie funebri è gratuita. Ci sono però alcuni servizi a pagamento che mettiamo a disposizione delle agenzie, ed è proprio da qui che arrivano i nostri guadagni. Le agenzie pagano un canone annuo, diventando così nostri partner e avendo a disposizione delle funzionalità extra.

C’è qualcuno che si rivolge a voi anche prima che succeda qualcosa di spiacevole? Si, ci contattano persone che hanno parenti ricoverati in ospedale, vicini al decesso o malati terminali, per conoscere i servizi del portale e capire in anticipo come dovranno agire. In un momento difficile come quello che stanno vivendo, sapere che potranno “organizzare” (passateci il termine) ad una persona amata un funerale dignitoso rispondendo ai loro ultimi desideri è importante.

Avete da raccontare qualche aneddoto? Se volete qualche aneddoto o qualche racconto bizzarro e stravagante che riguardi la morte o i funerali, vi invitiamo a visitare il nostro blog dove è possibile leggere storie curiose come quelle degli anziani della Nuova Zelanda che, come hobby, hanno deciso di realizzare personalmente le loro casse da morto; oppure la nascita dei cimiteri virtuali dove è possibile commemorare i propri cari dal computer, dallo smartphone o dal tablet.

di Livia Ciatti


Condividi!