Gabriele Sandri: il Pg chiede 14 anni per Luigi Spaccarotella

Condividi!

Gabriele SandriE’ iniziato questa mattina il processo d’appello per Luigi Spaccarotella, l’agente della polizia stradale che nel novembre 2007 uccise con un colpo di pistola il tifoso della Lazio Gabriele Sandri. Nella sentenza di primo grado l’agente venne condannato a sei anni di reclusione per l’accusa di omicidio colposo. Pochi secondo la famiglia e il procuratore generale Aldo Giubilaro che ha invece chiesto la pena di 14 anni per omicidio volontario con dolo eventuale e attenuanti generiche. Per conoscere le sorti di Spaccarotella e la sentenza del processo d’appello bisognerà attendere questo pomeriggio, “non prima delle 17.30″, come ha confermato il presidente della Corte Emilio Gironi.

Parole nette del fratello di Gabriele, Cristiano Sandri: “Mi aspetto che venga ristabilita la verità dei fatti: non omicidio colposo, ma volontario”. La difesa rimane invece ferma sul colpo di pistola deviato lungo il tragitto. “Questo certifica la non volontarietà dell’atto – ha dichiarato l’avvocato Federico Bagattini, difensore di Spaccarotella – e addirittura l’incidentalità non solo della morte ma anche dell’atto, dello sparo”.

LA SENTENZA DELLA CORTE D’APPELLO

 

 

 


Condividi!