Giallo di Avetrana: Daniele Galoppa non è più l’avvocato di Michele Misseri

Condividi!

 

daniele galoppaL’avvocato Daniele Galoppa non è più il difensore di Michele Misseri. A deciderlo è stato lo stesso “zio Michele”, che d’ora in avanti sarà difeso solo dall’avvocato Francesco De Cristofaro, il legale nominato da Valentina Misseri. Galoppa aveva seguito Misseri fin dalla notte tra il 6 e il 7 ottobre 2010, quando lo zio di Sarah Scazzi aveva confessato l’omicidio e aveva condotto gli inquirenti sul luogo in cui aveva occultato il corpo. Galoppa, allora, era stato estratto a sorte tra gli avvocati d’ufficio disponibili, ma ben presto aveva conquistato la fiducia di Michele, difendendolo a spada tratta e accompagnandolo in quel cammino che lo aveva portato a coinvolgere sua figlia Sabrina nell’omicidio. Proprio per questo, forse, Cosima e Sabrina non avevano mai accettato la presenza di Galoppa e così il 29 novembre 2010 avevano nominato come legale di fiducia di Michele l’avvocato De Cristofaro. Ma Michele, quasi in risposta a ciò, aveva fatto passare l’avvocato Galoppa da suo legale d’ufficio a suo legale di fiducia.

Nei giorni scorsi Galoppa aveva espresso il suo malumore nei confronti di tutte quelle lettere scritte dal suo assistito e di tutti i presunti ripensamenti circa la versione dei fatti fornita in sede di incidente probatorio. Aveva anche lasciato intendere che avrebbe lasciato la difesa, se Misseri avesse continuato in questa strada (che, a suo dire, lo allontanava dalla verità). Ora, a sorpresa, è stato proprio Misseri a prendere la decisione di continuare la sua vicenda giudiziaria senza Daniele Galoppa. Resta da chiedersi se questa decisione l’abbia presa in completa autonomia e se sia il chiaro segnale del suo desiderio di ripartire da zero, ancora una volta, per raccontare una nuova verità. Speriamo la vera verità.

Leggi anche:

SARAH SCAZZI, IL GIALLO DI AVETRANA

 


Condividi!