Caso Cucchi: la lesione alla schiena risalirebbe al 2003

Condividi!

Un referto medico del Pertini confermerebbe che la frattura alla schiena di Stefano Cucchi, elemento fondamentale per l’accusa nel processo che vede imputati gli esponenti delle forze dell’ordine che avrebbero picchiato a morte il ragazzo, risalirebbe al 25 agosto del 2003, quindi a 6 anni prima della sua morte. Essa sarebbe stata causata da una caduta accidentale dalle scale, in seguito dall’assunzione eccessiva di bevande alcoliche da parte di Cucchi. Il ragazzo all’epoca fu fu sottoposto ad una radiografia all’ospedale Sandro Pertini, ma rifiutò il ricovero.

La possibile svolta del processo arriva dai consulenti dei pm Vincenzo Barba e Francesca Loy, che hanno confrontato le lastre del 2003 e quella del 2009 (fatte al Fatebenefratelli pochi giorni prima della morte di Stefano), stabilendo che la frattura alla vertebra L3 riscontrata nel 2009 è perfettamente sovrapponibile con la lesione del 2003.

Il referto è stato inviato a sei periti di Milano, incaricati di verificare le cause della morte del geometra; sembra comunque che la notizia di oggi segni un punto a favore della difesa dei tre agenti della penitenziaria accusati di omicidio preterintenzionale. Resta comunque un altra frattura in un altro punto della schiena di Stefano Cucchi, ancora senza una causa accertata.

di Andrea Minotti

Leggi anche:

CASO CUCCHI: DISPOSTA UNA MAXIPERIZIA PER STABILIRE LA CAUSA DELLA MORTE

CASO CUCCHI: PARTE IL PROCESSO

CASO CUCCHI: 12 INDAGATI PER LA MORTE DI STEFANO

 


Condividi!