Primo stage di Ghost Hunter a Nepi: “catturata” una presunta entità

Condividi!

 

nepi

di Angelo Marotta e Simone Leoni

Domenica 20 Maggio 2012, presso la sala comunale di Nepi si è tenuto per la prima volta in assoluto il 1° Stage di Ghost Hunter, realizzato dal progetto S.E.R.P e tenuto dal gruppo degli Hunter Brothers (Sandro Minerva, Pasquale Minerva, Roberto Giancaterina, Simone Leoni) .  Il corso è stato suddiviso in due sezioni;  sessione teorica e sessione pratica.  Al convegno erano presenti vari esponenti del  S.E.R.P; il team P.A.R.I (Giulia Bodinizzo, Lorenzo Righetti, Mauro Breme), mentre tra i collaboratori erano presenti il G.R.F.P ( Gruppo ricerca fenomeni paranormali ) nella persona di Angelo Marotta, il G.A.T ( Ghost Activity team)  rappresentato dal signor Francesco Marrone e l’A.S.P ( Associazione studio paranormale) capitanato da Veronica Donnini.

Lo stage si è svolto in un clima di amicizia e cordialità, il pubblico in sala, attento e pronto a fare domande sugli svariati argomenti trattati. Durante lo stage è avvenuto un “fatto imprevisto”, una persona tra il pubblico, mentre faceva fotografie con il suo telefonino, avrebbe “catturato” una presunta entità (fotografandola), a quanto pare si tratterebbe di una bambina di nome Beatrice, vissuta nella metà dell’800 e morta di tubercolosi (queste notizie ci sono state fornite da una medium presente in sala). Trattandosi di uno stage di Ghost Hunting, quale migliore occasione per accingersi in una nuova indagine?

Detto-fatto: rilevatori di campi elettromagnetici e registratori EVP (Electronic Voice Phenomena), sono stati collocati nel punto esatto in cui la presunta entità sarebbe stata fotografata.  Durante questi concitati momenti, tutte le attrezzature a nostra disposizione sono impazzite, lampeggiando e suonando, provocando così un fenomeno “Anomalo” (scanso equivoci, il tutto è stato video-documentato ed è a disposizione di chi ne vuole sapere di più). Al tal proposito il Dr. Stefano Francocci, ci ha promesso di effettuare una ricerca negli archivi di Nepi, dandoci così ulteriore conferma di una bambina deceduta in quel determinato posto.

Durante la pausa pranzo, Angelo Marotta, Alberto Dragotto e Andrea Sabini, responsabili audio-video del corso, mentre il resto del gruppo era al ristorante, hanno monitorato la stanza con 4 telecamere a infrarossi e due registratori EVP. Da queste registrazioni sono emerse alcune “anomalie” che al momento sono al vaglio dei nostri laboratori di ricerca, presto i risultati on-line. Il pomeriggio il gruppo si è spostato alla Rocca di Nepi, dove anche li ci sono state anomalie sui vari k2 (rilevatori di campi elettromagnetici), e anche in questo caso, il tutto è stato video-documentato. Al rientro dopo varie considerazioni di turno, il corso-stage è arrivato a conclusione, con la consegna dell’attestato di partecipazione per tutti i presenti; che dire? Giornata meravigliosa, persone altrettanto meravigliose e disponibili, pubblico numeroso e attento, che cosa si vuole di più? Il team degli  Hunterbrothers tornerà sicuramente in azione dentro il comune di Nepi, per dare risposte più concrete alle “manifestazioni” avvenute durante la giornata. Vogliamo darvi un anteprima, per chi non è potuto essere presente a Nepi, lo stage verrà ripetuto anche nella zona di Firenze, in data da destinarsi!! Rimanete con noi!

 


Condividi!