Elisabetta Grande e Maria Belmonte: il mistero di Castel Volturno

Condividi!

di Cristina Cotzia direzione@calasandra.itbelmonte grande

Condividi

22 maggio 2013

La morte di Maria Belmonte ed Elisabetta Grande sembra destinata a rimanere avvolta nel mistero. Quello che sembrava a tutti gli effetti un caso di duplice omicidio, infatti, sarebbe smentito dalla perizia eseguita dal Dott. Francesco Introna: l’anatomopatologo di Bari ha eseguito l’autopsia sui resti, rivelando che le donne, madre e figlia, si sarebbero suicidate. La conferma arriverebbe da alcuni elementi, esami e dettagli medico-investigativi eseguiti dall’esperto che parla di ingestione di Lormatazepan. Non è stato possibile invece accertare quando Maria ed Elisabetta morirono e se lo fecero contemporaneamente.

Nonostante quanto dichiarato nella perizia la morte della due donne continua ad essere coperta da un alone di mistero. Le donne scomparvero nel 2004, ma i loro corpi furono ritrovati solo nello scorso Novembre in un’intercapedine (alta appena 60 cm), della villetta di Castel Volturno in cui vivevano con il Dottor Domenico Belmonte, padre e marito delle vittime.

Dalla perizia del Dottor Introna risulta che i corpi non subirono alcun tipo di violenza che possa far pensare a un’uccisione. La putrefazione dei resti avvenne nel luogo del ritrovamento, non ci sono segni di trascinamento post mortem. La causa del decesso sarebbe quindi l’ingerimento di una dose massiccia di Lormatazepan, medicinale utilizzato per alleviare i disturbi del sonno.

Oltre a ciò, però, la perizia individua degli elementi che fanno molto discutere. Sui resti sono state ritrovate tracce di acido muriatico, topicida, DDT, e calce che secondo Introna sarebbero serviti “a lavare ripetutamente le salme”. Ma perché e per quale motivo? Inoltre, sono state trovate tracce di Lormatazepan anche all’interno della bacinella trovata accanto ai resti. Nella bacinella, però, non sono state trovate tracce di DDT come nel resto del terreno all’interno dell’intercapedine, il che fa pensare sia stata messa in un secondo momento. Perché?

I principali sospettati per la morte delle due donne restano Domenico Belmonte  e Salvatore Maiolo (ex marito di Elisabetta), ma a questo punto saranno necessarie ulteriori indagini per scoprire cosa accadde davvero in quella villetta di Castel Volturno.

www.cronaca-nera.it

 


Condividi!