Yara Gambirasio, il sindaco Locatelli: stop alle polemiche

Condividi!

 

Yara“Qualsiasi cosa accerteranno le indagini, se la bambina sia sempre stata in quel campo o meno, le responsabilità sono tutte della bestia che ha ucciso Yara. Non di chi l’ha cercata”.

Con queste parole il sindaco Diego Locatelli invita tutti a smettere di polemizzare contro le ricerche che sono state effettuate per ritrovare Yara Gambirasio.

E difende con tenacia e fiducia il lavoro che è stato fatto da centinaia di professionisti e volontari, da chi “senza chiedere niente e anzi mettendoci le ferie, ha cercato passando giorni e pure notti piedi e mani nel fango. Le ricerche non sono infallibili. L’area controllata arriva a 400 chilometri quadrati. Alcuni punti passati palmo a palmo, altri esaminati in base a segnalazioni, criticità. Sono state controllate cascine, pozzi, campi, fiumi. Non era possibile arrivare dappertutto, le squadre hanno fatto tutto quello che hanno potuto. Si sono mosse con il freddo, sotto la neve, nel fango. Non ho mai sentito una lamentela, mai. Semplicemente tante persone hanno detto: io ci sono, subito, per Yara. Dico loro che non si devono lasciar spaventare da certe critiche. Le polemiche non possono inquinare il lavoro fatto”.

LEGGI ANCHE:

YARA GAMBIRASIO, ULTIME NOVITA’: STRANI MESSAGGI SU FACEBOOK E WIKIPEDIA

YARA GAMBIRASIO: FUNERALI ALL’APERTO

YARA GAMBIRASIO, PARLA IL PROCURATORE AGGIUNTO: SI RISPETTI LA FAMIGLIA

YARA GAMBIRASIO, ULTIME NOVITA’: OGGI NUOVO SOPRALLUOGO SUL CAMPO DI CHIGNOLO

YARA GAMBIRASIO: SI CERCANO POLLINE ED ESSENZE VEGETALI NEL CAMPO DI CHIGNOLO D’ISOLA

YARA GAMBIRASIO: CHI POTREBBE ESSERE L’ASSASSINO? IL PARERE DEI CRIMINOLOGI

YARA GAMBIRASIO: TERMINATA L’AUTOPSIA, SI CERCA IL COLPEVOLE


Condividi!