Tre arresti in Brasile con accusa di cannibalismo

Condividi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Andrea Minotti

A Guaranhus, in Brasile, due donne ed un uomo sono state arrestate per aver ucciso e mangiato due donne scomparse di recente: Gisele de Silva di 30 anni e Alexandra Falcao di 20, catturate con l’inganno di assoldarle come baby sitter per 400 dollari al mese.

Il trio criminale brasiliano formato da Jeorge ed Elizabeth Pires da Silveira, entrambi di 51 anni, e Bruna da Silva di 25, dichiarano di far parte di una setta chiamata “CARTEL” e che il loro credo consiste nel cibarsi 3 volte all’anno di carne umana, ma specificatamente solo donne, per eliminare, e purificare il mondo, diminuendone la popolazione.

Addirittura, Jeorge ha scritto un libro di 50 pagine dal titolo “le relazioni di uno schizofrenico”, dove venivano spiegati nei minimi particolari i riti e l’atto antropofago per una purificazione spirituale dell’anima. A chiamare la polizia è stata una loro vicina di casa: al momento dell’arresto Elizabeth ha confessato di aver venduto delle focacce nel suo quartiere, ripiene della carne delle donne uccise. Le indagini continuano dato che i tre sono sospettati di altri 5 delitti.

 


Condividi!