Gemelline scomparse: avvistamento in un bosco vicino a Ginevra

Condividi!

gemellineSaint Sulpice (Svizzera), 12 aprile 2011

Una nuova testimonianza, ritenuta attendibile dagli inquirenti, potrebbe servire a far chiarezza sul destino delle piccole Alessia e Livia Schepp, le due gemelline scomparse più di tre mesi fa, il 30 gennaio 2011, da Saint Sulpice, in Svizzera. Una donna, infatti, avrebbe visto le bambine e il padre, Matthias Schepp, proprio il giorno della scomparsa, intorno alle 16.30, nei pressi di un bosco vicino a Confignon (Ginevra).

Il luogo in questione si trova a pochi chilometri dal confine tra Svizzera e Francia, proprio vicino all’autostrada: è questo il primo motivo per cui potrebbe trattarsi di un avvistamento attendibile. La ricostruzione di quella giornata, infatti, ci dice che Matthias Schepp va a prendere le bambine a casa di un vicino, dove le aveva lasciate qualche ora a giocare, intorno alle 13.30. Alle 15.30 la sua macchina transita per Morges, dove viene rilevato un aggancio alle celle del suo cellulare. Morges dista da Ginevra solo 50 chilometri, ma Schepp vi giunge intorno alle 18, quindi circa due ore dopo.Cos’è successo in questo intervallo di tempo? La nuova testimonianza potrebbe proprio colmare questo buco temporale.

In queste settimane, inoltre, si è fatta sempre più strada l’ipotesi che le due gemelline non abbiano mai lasciato la Svizzera, dal momento che da quando Matthias varca il confine francese non c’è traccia di loro e nelle riprese video in mano agli inquirenti (quella delle telecamere di sorveglianza del bancomat e quella del casello autostradale) si vede solo l’uomo. Certo è che, se questa donna ha veramente visto Matthias e le sue figlie, non si può non pensare al peggio.

Tuttavia le ricerche sui luoghi indicati non hanno portato ad alcun risultato, anche se alcune settimane fa un cane molecolare del team cinofilo di SwissMissing aveva fiutato tracce di Matthias Schepp in quel bosco. Non si sa quindi quali saranno le prossime mosse previste dagli inquirenti e dai numerosi volontari che non smettono mai di cercare, nella speranza, a volte fievole, di trovare Alessia e Livia vive e di riportarle a casa.

Leggi anche:

GEMELLINE SCOMPARSE: TROVATO IN UN BURRONE IL CORPO DI KATIA IRITANO

GEMELLINE SCOMPARSE: LA FOTO DI MATTHIAS SCHEPP AL CASELLO DI NIZZA

GEMELLINE SCOMPARSE: LA RICOSTRUZIONE DEL VIAGGIO DI MATTHIAS SCHEPP


Condividi!