“Diritto alla difesa”, il nuovo seminario Nerocrime

Condividi!

Come ci si difende in un processo? Come si difende? Ecco un seminario per avere nuovi strumenti e padroneggiare meglio l’arte di difendere e conoscere i segreti delle diverse tipologie di indagine. Dal 17 al 19 novembre Ecampus (via Matera 18, Roma) ospita il nuovo seminario Nerocrime, “Diritto alla difesa”, con docenti di primo piano: la biologa e genetista Marina Baldi, protagonista di tanti casi giudiziari, l’avvocato Giacomo Frazzitta (che ha lavorato al caso di Denise Pipitone e alla scomparsa dei Maiorana), il giornalista investigativo e scrittore Fabio Sanvitale, l’ingegnere esperto in telecomunicazioni Alessandro Comi (consulente in diversi processi, tra cui quello per il sequestro del piccolo Tommaso Onofri), l’avvocato penalista Michela Renzi e la criminologa Imma Giuliani (esperta in persone scomparse e violenza di genere).

Questi gli argomenti del seminario: le indagini nelle violenze di genere, quelle in caso di omicidio senza cadavere, il ruolo delle telecomunicazioni e come gestirle, il processo indiziario, la scena del crimine e come interpretarla, le indagini biologiche e il ruolo dei testimoni (specie quando sbagliano).

Insomma, un ventaglio ampio di cognizioni che consentiranno di approfondire le proprie conoscenze nel difficile terreno sia dell’indagine che del patrocino e della consulenza, con un focus speciale sulla problematica dell’indagine delle persone scomparse, sia dal punto di vista dell’indagine che della procedura.

Il seminario è accreditato presso l’Ordine degli Avvocati per 20 CFU e per ogni informazione c’è un numero verde -800271789- e una mail -info@corsiecrime.it- cui rivolgersi.

di Redazione

 


Condividi!